Coudet: "Levante squadra che sa lavorare bene con il pallone. La società vuole crescere" - RC Celta Vigo Italia

Coudet: “Levante squadra che sa lavorare bene con il pallone. La società vuole crescere”

Domani alle ore 21:00 il Celta Vigo ospita il Levante a Balaidos nella partita valevole per la trentaquattresima giornata di Liga. Partita che potrebbe sancire anche la salvezza matematica dopo averla conquistata virtualmente domenica scorsa battendo 2-1 l’Osasuna. Ora l’obiettivo del club è terminare il più in alto possibile questa stagione, alzando poi l’asticella nella prossima. Quest’oggi mister Eduardo Coudet ha presentato la partita di domani, dichiarando come questo sia un momento propizio per il club per cominciare una nuova crescita. Di seguito le dichiarazioni più importanti ed il video integrale della conferenza stampa.

Sulla partita: “Affrontiamo un avversario che sa lavorare molto bene con il pallone. Lavoriamo per adattarci subito a quello che ci chiede la partita”.

Sul miglioramento da palla inattiva: “Quello che fa la differenza è la fiducia in quello che facciamo”.

Su Hugo Mallo: “Per il suo carattere vorrebbe esserci, ma ho già deciso di non volerlo rischiare.  Preferisco perderlo per una partita e non per quello che rimane della stagione”.

Su Denis Suarez: “Può ancora crescere molto. E’ molto importante per la squadra e lui lo sa. Sono molto esigente con lui”.

Su Iago Aspas e la convocazione in nazionale per l’Europeo: “Potendolo allenare tutti i giorni, posso dire che mi viene difficile pensare che non venga convocato”.

Sul futuro del club: “C’è un impegno nel club, vuole crescere. Io e la dirigenza sentiamo che è un buon momento per crescere”.

Sul suo futuro: “Quando sarà finita la stagione ci riuniremo per parlare e progettare. Se siamo d’accordo, metteremo insieme qualcosa di buono per continuare. A livello lavorativo dobbiamo riunirci a fine stagione per vedere se siamo sulla stessa lunghezza d’onda. Sto molto bene qui e mi piacerebbe iniziare un progetto a lungo termine”.

Video conferenza stampa

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*