Coudet: "Contro l'Alavés sarà dura. Mercato? Il club farà il massimo nelle sue possibilità" - RC Celta Vigo Italia

Coudet: “Contro l’Alavés sarà dura. Mercato? Il club farà il massimo nelle sue possibilità”

Il tecnico argentino non si lascia condizionare dalle tre vittorie di fila e mette sull'attenti i suoi. E chiede un attaccante dal mercato

Domani alle ore 14:00 il Celta Vigo ospiterà l’Alavés a Balaidos nella quattordicesima giornata di Liga. I celestes vengono da tre successi di fila in campionato (quattro considerando la coppa) e vogliono conquistare altri tre punti. Mister Coudet ha messo tutti sull’attenti riguardo la partita di domani, facendo sapere che non sarà facile battere i baschi ed ha parlato anche di mercato. Di seguito le dichiarazioni più importanti del tecnico argentino e il video integrale della conferenza stampa

Sul mercato: “Ho sempre detto che fino a quando si aprirà il mercato, lavoreremo al meglio con quelli che sono qui. Con me sono stati chiari fin dall’inizio, il club farà il massimo possibile, nelle sue possibilità, per rafforzarci al meglio per la seconda parte di stagione e per il finale. Non c’è bisogno che lo dica io, credo si veda ad occhio nudo che in alcune posizioni abbiamo praticamente un solo giocatore. Sicuramente l’intenzione di tutti è avere qualche opzione in più. E’ qualcosa di cui mi piacerebbe parlare in apertura di mercato, oggi dobbiamo concentrarci su quelli che siamo e cercare di farlo nel miglior modo possibile”.

Sull’Alavés: “Continuiamo ad avere l’idea di preparare ogni partita per vincerla. E’ un avversario duro come lo sono tutti, una squadra che lavora da molto insieme, un allenatore che lavora bene, che tiene le linee strette, che ha giocato molto con la difesa a tre. Ultimamente sono passati alla linea a quattro, ma è una squadra capace di adattarsi alla circostanze. Noi cerchiamo di sostenere la nostra idea, di continuare a migliorare, che ogni partita ci serva per fare un passettino in avanti, questa è l’idea principale. Poi ogni partita ha la sua storia e bisogna giocarla”.

Su se pensava di iniziare così bene al Celta: “Uno ha sempre la speranza, la voglia che le cose riescano nel miglior modo possibile. Quando si riceve un’offerta, si analizza, si analizza la squadra, le caratteristiche, i giocatori. L’ho detto fin dal primo giorno, c’è materiale e ci sono buoni giocatori per uscire da questa situazione, dalla quale non credo ne siamo usciti. Dobbiamo dare vitale importanza ad ogni partita, è importante che questi giocatori possano dare ancora di più. Quando si danno queste cose, uno sempre pensa che le cose vadano bene, che vadano come stanno andando, meglio. Sa a significare che la speranza si trasforma in realtà. Sono molto entusiasta di questa squadra, dei giocatori che ci sono”.

Sull’arrivo di un attaccante: “E’ qualcosa di chiaro che vediamo tutti. Abbiamo Santi e non abbiamo, perlomeno, un giocatore di esperienza in questa posizione, soprattutto perché è una posizione importante e per il modo in cui giochiamo. E’ una sicurezza, per noi, avere almeno 2 giocatori per posizione, è una posizione determinante, ma noi andremo ad adattarci”.

Video conferenza stampa

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*