Oscar Garcia: "La tifoseria ci chiede di dare il massimo ed è quello che faremo. Valencia speciale per me" - RC Celta Vigo Italia

Oscar Garcia: “La tifoseria ci chiede di dare il massimo ed è quello che faremo. Valencia speciale per me”

Questa sera alle ore 21:00 il Celta Vigo scenderà in campo al Mestalla contro il Valencia nella partita che vale la ventiduesima giornata di Liga. Chiuso il mercato, il Celta Vigo ha piazzato un colpo importante come Smolov e l’attaccante russo può essere la soluzione ai problemi offensivi della squadra. Nonostante ciò, Smolov non ha la bacchetta magica e tutta la rosa dovrà dare il massimo per uscire da questa situazione, altrimenti non si raggiungerà la salvezza. Lo pensa anche Oscar Garcia che ieri ha presenziato in conferenza stampa per presentare il match contro i Taronges. Di seguito le sue dichiarazioni più importanti in vista della partita ed anche sul mercato, oltre al video della conferenza stampa integrale.

Su Smolov: “Per quanto riguarda Smolov si tratta di un attaccante con tanta qualità, di alto livello. Spero venga qui con la giusta mentalità per aiutarci in questi mesi perché si tratta senza dubbio di un giocatore di qualità”.

Sul mercato fatto: “Il club aveva chiare le necessità di cui avevamo bisogno ed hanno fatto uno sforzo per prendere questo tipo di giocatori, Sarebbe stato meglio se stavano giocando, ma il mercato è quello che è”.

Su se cambierà il piano tattico dopo i nuovi arrivi: “Logicamente è più difficile fare il 4-3-3 senza esterni d’attacco. Dipende anche da come gioca l’avversario, in che condizione sono i giocatori. L’unica verità è che l’arrivo di questi giocatori crea concorrenza in squadra e questo è positivo, è sempre un bene”.

Su Sisto: “Prima che arrivassi di meno, da quando sono arrivato l’ho visto sempre molto concentrato. Anche questo mercato invernale lo ha un po’ distratto, ma ciò fa parte delle dinamiche della squadra. La cena non l’ha pagata lui, ti dico già questo, era una cosa organizzata molto prima, con la sua multa e le multe che avevamo accumulato abbiamo deciso di fare una donazione ad un’organizzazione benefica con l’appoggio di tutti i giocatori ed abbiamo approfittato di questi soldi per una giusta causa, non per approfittarne noi, ma per fare in modo di aiutare la gente che più ne ha bisogno”.

Sul Valencia: “Conosciamo tutti il livello del Valencia. Hanno giocatori eccellenti ed un allenatore che si è calato alla perfezione nell’ambiente. E’ una squadra per la quale riserbo un affetto speciale perché ci sono stato lì, la tifoseria mi ha sempre trattato bene. Gli auguro che possa andare sempre bene, anche se logicamente domani un po’ meno. Non sarà facile perché non ha mai perso in casa, noi andremo lì con l’intenzione di porre fine a questa statistica”.

Su Iago Aspas: “Tutti sanno che Iago è il giocatore simbolo del Celta Vigo durante tutti questi anni. E’ un giocatore che mi rende felice di allenarlo ed averlo vicino è sempre un bene per la squadra e per l’allenatore”.

Su Celades: “Siamo stati insieme in squadra ai tempi del Barcellona. E’ un ragazzo molto bravo ed un allenatore molto bravo, lo sta dimostrando in una situazione complicata. Sta dimostrando di essere una allenatore di alto livello”.

Sulla tifoseria: “Come ultima cosa voglio ringraziare i tifosi che viaggeranno in massa in autobus fino a Valencia. Che sappiano che siamo molto contenti di avere il loro appoggio e che il minimo che chiedono è che noi diamo il massimo ed è quello che faremo”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*