Coudet: "Momento difficile, ma bisogna continuare a lavorare e a esser fiduciosi nel cambiare le cose" - RC Celta Vigo Italia

Coudet: “Momento difficile, ma bisogna continuare a lavorare e a esser fiduciosi nel cambiare le cose”

Domani alle ore 22:00 al Ciutat de Valencia il Celta Vigo sarà ospite del Levante nella partita valevole per la quinta giornata di Liga, primo turno infrasettimanale della stagione. Nonostante i buoni propositi, i celestes hanno ancora il numero 0 nella casella vittorie ed il terzultimo posto in classifica preoccupa non poco i tifosi. Le difficoltà del momento sono state confermate anche da mister Coudet in conferenza stampa, ma il Chacho ha caricato la squadra in vista della partita di domani. Di seguito le sue dichiarazioni e il video integrale della conferenza stampa.

Sul brutto avvio di stagione: “Per quanto riguarda il momento si, è difficile. Cinque partite senza vittoria non mi erano mai capitate da allenatore. Bisogna continuare a lavorare e avere fiducia che si possa ribaltare e migliorare la situazione. Cercare di essere migliori per niziare a vincere e provare a correggere le cose. Dico sempre che ci sono cose da correggere. Dico sempre che ci sono cose buone da ripetere. Le cose buone, con questi risultati, è difficile metterle in evidenza. Per quanto riguarda la correzione dobbiamo correggere. Bisogna avere la fiducia che le cose miglioreranno. Difficile con questi risultati dire che anche la fortuna non ci aiuta. È anche una realtà, in una partita dove non ci avevano mai tirato in porta eravamo 0-2, dopo la squadra ha fatto un buon secondo tempo. Ci manca quella quota d fortuna per fare in modo che quelle cose buone che facciamo accompagnino i risultati”.

Su Araujo: “Si, è a disposizione. Nell’ultima partita lo abbiamo portato per avere un’opzione in più in caso di urgenza. Non aveva un problema grave, ma un grande affaticamento, dopo 4 giorni sta molto meglio”.

Sul Levante: “Affrontiamo una squadra che, abbiamo visto, cerca sempre di giocare bene a calcio, che rispetta un buon stile. Affronteremo un grande rivale e un allenatore che gioca bene. Nel pregare, pensiamo che possa essere una partita aperta. Ma tra quello che si pensa accada e quello che accadrà.. c’è differenza”.

Sui motivi del brutto inizio di stagione: obbiamo iniziare a ottenere risultati positivi. Questo migliora la fiducia e molte cose. Abbiamo gareggiato in tutte le partite, ma dobbiamo ancora ottenere risultati. Si è visto. Cominciare a fare risultati ci renderà migliori. Abbiamo avuto errori specifici che ci hanno punito molto. Parlare di fortuna o di errori specifici, quando i risultati non arrivano, è difficile. Gli errori, quando sei in una dinamica vincente, passano più inosservati, stiamo lavorando. Ci proviamo ogni partita. Ci sono cose da correggere, cose che abbiamo sbagliato. Ci sono tante cose positive, abbiamo giocato. La squadra lavora, si dà da fare nel migliore dei modi. Non possiamo trasformarla nei risultati ma lavoriamo per migliorare”.

Su Brais Mendez in panchina col Cadice: “A volte, da giocatori, fa bene vedere le cose da fuori. Ha avuto un buon ingresso in campo, è entrato molto bene. È un giocatore che, con me, ha sempre giocato. In questa competizione cerchiamo di mettere a chi è nel suo momento. Questo cambierà ogni settimana. Cerchiamo di vedere chi sta meglio. Siamo un gruppo e cerchiamo di iniziare con chi sta meglio. Dopodiché ci servirà di tutto. Domani, vedremo chi sono quelli che stanno meglio”.

Sul morale della squadra: Siamo feriti, vogliamo ribaltare la situazione, lavorare sodo per non deprimerci. Non abbiamo ottenuto risultati ma abbiamo gareggiato. Siamo sempre stati in partita. Non possiamo permettere che accada, non possiamo permettere di smettere di giocare. Ci sono cose da migliorare a partire dai risultati, la sensazione è che non vedo una squadra piatta. La sensazione è che senza tirare in porta ci hanno fatto due gol. È difficile. Ci proviamo. Penso che abbiamo fiducia in quello che stiamo facendo, ma vogliamo aggiungere, vogliamo fare punti. Non possiamo perdere quella rabbia di risultati, regolando alcune cose cambieremo i risultati. Cerchiamo di sostenere (l’idea di gioco ndr.). Siamo convinti. Senza dubbio. Ho molta fiducia in questo gruppo, in questi giocatori. Dobbiamo continuare a lavorare. Stiamo migliorando le cose, mi sembra. Ci sono degli errori ma stiamo migliorando”.

Ancora sul brutto momento della squadra: “Se guardate siamo migliorati sotto l’aspetto offensivo. Serve massima concentrazione, perché quando ti scontri con gli errori ti condannano. Ogni errore individuale lo paghi. È difficile volersi giustificare in questo modo, non è l’idea. Si venivamo con tutt’altra dinamica nell’ultima giornata, l’altra volta ci sono scappati i tre punti e le cose stanno così. Lavoro, lavoro e lavoro. È l’unica cosa che capisco che finisce per dare risultati e non dubitare. Ho nessun dubbio su questo gruppo, su questi giocatori, dobbiamo iniziare ad ottenere risultati e tutto sarà più facile. Cercheremo di giocare bene e andare avanti e provare a vincere. Ogni partita ci prepariamo a vincere. Questa non sarà l’eccezione. Rispettiamo i nostri avversari ma pensiamo sempre di più a noi stessi, a ciò che dobbiamo migliorare e generare. Per noi le cose sono andate bene così. Sì, è una striscia negativa, non è un momento comodo. Vorrei avere molti più punti. Dalla convinzione, dalla valenza, dall’essere più uniti che mai, questo ci farà ottenere risultati”.

Video conferenza stampa

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*