Coudet: “Impegno europeo non peserà sul Granada. Per noi è gara importantissima” – RC Celta Vigo Italia

Coudet: “Impegno europeo non peserà sul Granada. Per noi è gara importantissima”

Il tecnico argentino è sicuro che gli andalusi non saranno stanchi dopo la partita di Europa League d giovedì ed ha ribadito che bisogna migliorare in toto

Oggi alle 18:30 il Celta Vigo ospiterà il Granada a Balaidos nell’undicesima di Liga. Una partita vitale come ribadito anche da Eduardo Coudet in conferenza stampa ieri sera. Il tecnico argentino ha potuto lavorare una settimana intera con tutta la squadra e si aspetta di vedere dei miglioramenti rispetto a quello che non aveva funzionato a Siviglia. Di seguito le sue dichiarazioni  ed il video integrale della conferenza stampa:

Sul livello del Celta e delle possibilità di uscire dalla zona retrocessione per fine anno: “Se sono qui è perché ho fiducia nel materiale per ribaltare la situazione, è favorevole poter contare su tutti per poter allenare. Nell’ultima partita gli internazionali sono arrivati praticamente senza allenarsi. Questa settimana larga ci ha aiutato. Ci aspettiamo di poter mostrare dei miglioramenti settimana dopo settimana, continuando a plasmare la nostra idea di gioco”.

Su se ci saranno dei cambi o meno: “Ci adatteremo a quello che presenterà la partita, è quello che vogliamo cercare di fare, ci abbiamo provato anche nell’ultima gara, credo abbiamo visto positive al di là del risultato. Cercheremo di continuare a seguire la nostra idea di gioco, continuare a migliorarla e cercando di fare in modo che i risultati inizino ad accompagnarci”.

Sul Granada: “Una squadra molto buona e che arriva da una partita europea. Non credo questo possa pesare, è una squadra che ha alle spalle molto lavoro, un avversario durissimo come abbiamo potuto vedere giovedì che gioca molto bene”.

Su cosa c’è da migliorare: “In tutto, dico sempre come squadra. Nella situazione nella quale ci troviamo la cosa più importante, ora è più importante riuscire a tenere lo 0-0 e a partire da qui crescere perché abbiamo dei giocatori molto buoni coi piedi e sappiamo che possono creare pericoli. Dobbiamo creare un compromesso in maniera unita e sapere che il primo difensore è l’attaccante e che i primi creatori di gioco sono i difensori”.

Sull’importanza della partita: “Importantissima. E’ un gioco più che importante per noi in casa dove cercheremo in tutti modi di far rimanere i tre punti al Balaidos. Tutto quello che abbiamo preparato in settimana dobbiamo trasformalo in gioco”.

Su Denis Suarez: “Non mi piace parlare dei singoli, si della squadra. Tutti in questo gruppo hanno la stessa importanza. Cercheremo di essere più giusti possibile e che giochino quelli che sono più in forma. Parlare di casi particolari mi è molto difficile, dobbiamo continuare a migliorare come squadra, come gruppo e far uscire il Celta da questa situazione”.

Su se pensa non servano rinforzi: “Queste sono questioni interne. Per me i migliori sono quelli che sono qui, cercheremo di tirare fuori il meglio da ognuno. Non parlo del futuro, è molto difficile e per di più a livello pubblico, bisogna lavorare e migliorare”.

Su se gli hanno riferito che non ci saranno acquisti: “Con il club abbiamo semplicemente parlato della rosa che abbiamo e di cercare di tirare fuori il meglio da ognuno, di migliorare la squadra. Il mio obiettivo, come allenatore, è rendere ogni giocatore migliore, questo è un lavoro che va fatto in modo individuale, di gruppo e spero, a partire dal lavoro, che i risultati inizino ad accompagnarci. Credo che abbiamo una buona rosa e possiamo posizionarci in zone migliori in classifica”.

Sul poter finalmente stare in panchina: “In realtà, al di là degli allenamenti, per me sarà la prima partita in Liga come allenatore perché star fuori non è gratificante per nessuno. Essere vicino al campo e stare al fianco della squadra è meglio per tutti e soprattutto per me dove mi sento più comodo. Dopo ci sono dei percorsi che vanno fatti, che hanno bisogno di un tempo e nessuno può togliere questi tempi, quindi va rispettato. Un peccato non aver potuto esserci (contro il Siviglia ndr.), ma con tanta voglia di esserci domenica”.

Sul nuovo centro sportivo a Mos: “E’ una crescita enorme per il club, le comodità che abbiamo oggi e la crescita che queste nuove installazioni generano in questo senso, contento di essere parte di ciò. Spero che possiamo essere all’altezza di queste installazioni e di ciò che chiede il club a livello sportivo. Sono molto fiducioso sul fatto che miglioreremo settimana dopo settimana. Spero ci accompagnino i risultati che renderebbero tutto più facile”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*