Le pagelle celesti dopo Celta-Atletico 2-0: che debutto per Carreira, Tapia stakanovista. Santi Mina inguardabile – RC Celta Vigo Italia

Le pagelle celesti dopo Celta-Atletico 2-0: che debutto per Carreira, Tapia stakanovista. Santi Mina inguardabile

Ivan Villar 6: sulle due reti colchonere può poco, compie un buon intervento su Suarez ad inizio ripresa.

Sergio Carreira 7: sostituire Hugo Mallo non è facile, mettiamoci anche che era il debutto assoluto in Liga, ma Carreira ha giocato una grande partita. Tanta personalità e tanto coraggio, peccato per il palo che poteva valere l’1-1.

Araujo 6: prestazione buona del messicano che si concede anche belle giocate, nonostante non fosse in gran condizione.

Murillo 6: positiva anche la prova del colombiano che sfiora anche il gol nel finale con un bello stacco di testa. L’ex Valencia ed Inter guida bene la linea difensiva centrale.

Fontan 6,5: come Carreira, anche l’altro canterano vuole mostrare di potersela giocare con gli altri e ci riesce, giocando una partita di gran personalità sia in fase difensiva che offensiva.

Olaza 6: rispetto alle ultime due terrificanti uscite, l’uruguaiano si è comportato meglio ed è tornato a spingere come piace fare a lui. Quando si getta in avanti sa di poter essere pericoloso.

Fran Beltrán 5: non una buona prova per Fran che soffre particolarmente la fisicità del centrocampo dell’Atleti e lascia il campo dopo un’ora di gioco

Tapia 7: aveva giocato Perù-Brasile solo nella notte di mercoledì ed è tornato a Vigo il giorno dopo allenandosi pochissimo. Eppure è stato uno dei migliori in campo, andando a contrastare gli avversari con la sua solita grinta e voglia di fare bene.

Nolito 5: ha perso molti palloni, magari qualche fallo non gli è stato fischiato, ma è riuscito a creare pochissimi pericoli.

Santi Mina 4: inguardabile ed imbarazzante. Ha una sola palla a disposizione ed era quella dell’1-1, fallendola malamente.

Iago Aspas 6: anche ad una gamba sola è l’ultimo ad arrendersi e quando ha la palla lui si ha sempre quella sensazione di pericolosità. Purtroppo se lui non segna, gli altri lo imitano… ed è grave.

Denis Suarez 5: entra al 63′ per Fran Beltrán, ma non riesce a fare la differenza, avendo pochissime volte il pallone a disposizione

Emre Mor 5: entra al 63′ per Santi Mina e si vede poco, se non per qualche dribbling. Il turco-danese sembrava così in forma nell’amichevoli, ma noi sapevamo bene che era un fuoco di paglia e non ci sorprende sia tornato ad essere mediocre.

Gabri Veiga s.v: entra all’84’ per aumentare il potenziale offensivo. Troppo poco tempo per valutarlo, ma anche lui si è presentato bene in campo.

Miguel Rodriguez s.v: entra all’88’ per andare a caccia dell’insperato pareggio. Troppo poco tempo a disposizione per essere valutato.

All. Oscar Garcia 6: al mister gli si può imputare davvero poco guardando la rosa che gli hanno messo a disposizione. Era già tanto se riusciva a pareggiarla questa partita

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*