Le pagelle celesti di Osasuna-Celta 2-0: spettacolo imbarazzante, Okay da censura. Olaza tremendo – RC Celta Vigo Italia

Le pagelle celesti di Osasuna-Celta 2-0: spettacolo imbarazzante, Okay da censura. Olaza tremendo

Ivan Villar 6: sui due gol può poco, compie alcune buone parate

Hugo Mallo 4: riuscisse a mettere almeno un cross decente, ma almeno uno. Sono cinque partite che li sbaglia praticamente tutti.

Aidoo 4,5: spaesato, si perde troppe volte la marcatura. Anche il ghanese risente degli influssi negativi della squadra

Murillo 4,5: chiude la sua brutta partita con un cartellino giallo. Fuori forma

Olaza 3: ha una clamorosa occasione per il pari e la sciupa. Va al cross e li sbaglia tutti come il compagno di reparto e gioca una partita terribile. Che gli succede?

Denis Suarez 4: come contro il Barça, va troppo ad intermittenza e stavolta era più volte spento che acceso. Con quello che guadagna, dovrebbe mangiare l’erba ed invece…

Okay Yokuslu 2: se voleva andare al Galatasaray era meglio cederlo. Lento, impreciso, quasi si guarda la partita. Una gara da censura del turco, la peggiore da quando è a Vigo

Tapia 4: esce al 73′ dopo aver giocato la partita più brutta in questo inizio di stagione. Il peruviano non è riuscito a fare la differenza e si è preso l’ammonizione che condiziona anche il suo rendimento.

Nolito 4: questa è la brutta copia di Nolito. L’ex Barça sbaglia troppe volte i tempi del passaggio, non da lui.

Iago Aspas 5: un solo tiro al 45′ e l’unico che ci mette voglia, ma non può essere sempre lui a salvare la situazione.

Baeza 4: dopo le ultime due prove offerte, la titolarità sembrava potesse fargli bene. Ci sbagliavamo, mai nel vivo della manovra.

Emre Mor 4: entra al 60′ per Baeza, ma è come se non fosse entrato nessuno.

Santi Mina 4: come sempre entra ed in 17′ non tocca manco mezzo pallone. Giocatore inutile.

Miguel Rodriguez s.v: entra all’81’ per Nolito, impatto coraggioso, troppo poco per valutarlo però.

All. Oscar Garcia 5: con quello che gli offre la società non può fare di meglio e si vede dai cambi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*