Oscar Garcia: “Domani partita importante, siamo pronti. Smolov e Bradaric? Non pronti per i novanta minuti” – RC Celta Vigo Italia

Oscar Garcia: “Domani partita importante, siamo pronti. Smolov e Bradaric? Non pronti per i novanta minuti”

Domani alle ore 18:30 il Celta Vigo ospiterà il Siviglia nella gara valida per la ventitreesima giornata di Liga. Un match trascendentale, considerato che alle 12:00 ci sarà la sfida Espanyol-Maiorca ed il Celta potrebbe ritrovarsi all’ultimo posto in caso di affermazione catalana. Ci sono stati dei miglioramenti, ma adesso iniziano a contare tantissimo i punti ed una nuova sconfitta potrebbe essere fatale.

La stessa cosa che ha pensato Oscar Garcia e che ha dichiarato nella classica conferenza stampa della vigilia. Il tecnico dei celestes ha riconosciuto l’impegno della sua squadra, ma ha anche dichiarato senza tanti giri di parole che la partita contro gli andalusi va vinta. Vincere aiuta a vincere e per il Celta è arrivato il momento di farlo prima che sia troppo tardi. Di seguito le dichiarazioni dell’allenatore catalano ed il video integrale della conferenza stampa direttamente dal canale ufficiale youtube del Celta Vigo.

Sull’importanza della partita di domani: “Ora che ci stiamo avvicinando di più al finale, le partite sono più importanti. Se ricordate in conferenza stampa dissi che dovevamo guardare dove stavamo a dieci giornate dal temrine. Forse siamo un po’ in anticipo rispetto a quanto dissi, è una partita importante, siamo pronti. Vogliamo passare al prossimo step, Il primo era migliorare in alcuni aspetti, credo che lo abbiamo fatto ed ora il prossimo step è iniziare a vincere”.

Sul sistema di gioco: “Abbiamo ottenuto risultati con tutti i tipi di sistema di gioco. Se ci fosse stato un sistema con il quale ci saremmo trovati sempre bene, avremmo proseguito su quella strada. Dipende anche dalla condizione fisica di alcuni giocatori, da come giocano, da come si allenano e dipende anche dall’avversario”.

Su Smolov e Bradaric: “Sono due giocatori che hanno fatto solo precampionato, non hanno giocato. Bisogna stare attenti con questi due giocatori, perché mancando pochi mesi al termine della stagione non possiamo giocarceli per infortuni che possano pregiudicarci e pregiudicarli. Dobbiamo essere cauti, logicamente non sono pronti per giocare novanta minuti, in un paio di settimane credo staranno bene. Io voglio che tutti i giocatori stiano bene in modo che mi renda difficile diramare la lista dei convocati, non solo perché stiano bene, ma anche perché si allenino bene e che giochino bene, è quello che chiede un allenatore”.

Su Hugo Mallo: “Nelle ultime partite che ha giocato lo ha fatto con dei fastidi. L’ultima partita che giocò da titolare fu in coppa dove dovette uscire, adesso sono due settimane che si sta allenando in maniera completa. E’ nelle condizioni per giocare”.

Sul Siviglia: “Il Siviglia è una squadra completa, che gioca bene. Chiunque giochi, il livello rimane alto, per me si tratta di una squadra da Champions League. Sta giocando molto bene, hanno avuto dei problemi in alcune partite in fase realizzativa, ma ci sono giocatori di alto livello che possono essere pericolosi in qualsiasi momento e finiscono per segnare”.

Sul gioco della squadra: “Come minimo dobbiamo continuare a giocare come stiamo facendo. Bisogna approfittare delle migliori occasioni che abbiamo e ridurre quelle dell’avversario, dobbiamo migliorare in area di rigore, nelle altre zone del campo stiamo giocando bene. Se non segni, chiaramente, è impossibile vincere”.

Sui tifosi: “Logicamente quando giochiamo in casa siamo più forti. Credo avremmo meritato di vincere tutte le partite che abbiamo giocato qui, dove siamo stati superiori. Domani, se avremo la fortuna che Balaidos sia pieno, e pare che sarà così, i tifosi ci sosterranno ma noi dobbiamo dargli qualcos’altro per fare i modo che possa essere così per novanta minuti. Nell’ultima partita in casa ciò si è verificato e dobbiamo continuare così”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*