Il Celta fa beneficienza e concede il primo punto esterno al Maiorca: 2-2 a Balaidos tra tanti rimpianti – RC Celta Vigo Italia

Il Celta fa beneficienza e concede il primo punto esterno al Maiorca: 2-2 a Balaidos tra tanti rimpianti

I Celestes giocano bene, ma non bastano i gol di Rafinha ed Aspas ed un uomo in più per portare a casa 3 punti

Niente, anche stavolta il Celta Vigo non riesce a vincere e resta al terzultimo posto ad una giornata dalla sosta. E dire che oggi contro il Maiorca la squadra ha giocato anche bene, creato occasioni e concesso nulla agli ospiti che, nonostante tutto, hanno segnato due reti. Tutto ciò rende questo pareggio per 2-2 ancora più amaro, con il Celta che ha guadagnato solo 1 punto su 6 in questi scontri diretti che potevano essere utili per uscire fuori dalla zona calda.

Sotto Natale, il Celta Vigo ha deciso di fare beneficienza concedendo un punto al Maiorca che finora non aveva mai ottenuto un pareggio in trasferta e per come sono andate le cose, non lo meritava nemmeno oggi. I celestes sono chiari dominatori del gioco e pur non creando grosse occasioni stappano l’incontro al 20′ con una bella zuccata di Rafinha su cross pennellato a meraviglia da Olaza. Il vantaggio, però, ammorbidisce un po’ troppo il Celta che al 33′ si vede fischiare un rigore dal De Burgos Bengoetxea per un pestone di Aidoo su Budimir, concesso grazie all’aiuto del VAR. Dal dischetto si presenta Salva Sevilla che tira in modo molto angolato alla sinistra di Ruben che intuisce, ma non para. Il Celta si ritrova dunque sul pareggio all’intervallo senza aver subito un tiro in porta e la cosa di certo non va giù a tutti, con Balaidos che applaude comunque la squadra.

Nella ripresa non cambia nulla, con il Celta a dominare sul piano del gioco e con il Maiorca a difendersi e a metterla sul piano fisico. Forse anche troppo visto che proprio nei primi minuti Cucho appena entrato sgambetta Olaza in area e De Burgos Bengoetxea stavolta non deve nemmeno andare a vedere al VAR per assegnare il rigore, segnato poi dall’infallibile Iago Aspas. Il secondo tempo scorre senza troppi sussulti con il Celta che tiene bene il campo ed impedisce al Maiorca di creare particolari problemi. Al 76′ Sisto ha sui piedi il pallone dell’3-1, ma la sua conclusione viene salvata sulla linea, mentre il Celta chiede un rigore per un fallo precedente su Lobotka che andava sicuramente rivisto.

Due minuti dopo il Maiorca resta in 10 per l’espulsione di Raillo e la partita sembra mettersi per il visto giusto. Nulla di più sbagliato, visto che all’82’ su un pallone vagante in mezzo all’area dopo un rimpallo su un cross Budimir fredda un’incolpevole Ruben Blanco. Il Celta ci prova fino alla fine ed ha un’altra grande occasione con Iago Aspas, ma Reina salva i suoi. Alla fine è un 2-2 tra mille rimpianti, visto che il Celta si è lasciato sfuggire dalle mani una vittoria che meritava e lo ha fatto solo per demeriti suoi. Così non ci si può salvare, prima lo capiscono i giocatori e meglio è!

TABELLINO

RC Celta 2-2 RCD Maiorca (20′ Rafinha, 50′ Iago Aspas rig. – 33′ S. Sevilla rig., 82′ Budimir)

RC CELTA (4-3-3): Ruben Blanco; Kevin (dal 90′ Juan Hernandez), Aidoo, Araujo, Olaza; Brais Mendez (dal 66′ Santi Mina), Okay, Lobotka; Rafinha, Iago Aspas, Sisto. All. Oscar Garcia

RCD MAIORCA (4-3-3): Reina; Gamez, Valjent, Raillo, Agbenyenu; S. Sevilla (dal 62′ Lago Junior), Baba, Febas (dal 46′ Cucho); Kubo (dal 77′ Chavarria), Budimir, Rodriguez. All. Vicente Moreno

Arbitro: De Burgos Bengoetxea

Ammoniti: Aidoo (C), Budimir (M), Araujo (C), Raillo (M), Santi Mina (C), Reina (M)

Espulsi: Raillo (M)

Stadio: Balaidos (Vigo)

Spettatori: 13.247

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*