Le pagelle di Betis-Celta 2-1: difesa da rivedere, Aspas timbra ma non basta. Hugo Mallo da horror, Denis ti svegli? – RC Celta Vigo Italia

Le pagelle di Betis-Celta 2-1: difesa da rivedere, Aspas timbra ma non basta. Hugo Mallo da horror, Denis ti svegli?

Ruben Blanco 6: sul primo gol forse poteva fare di più, ma si riscatta su Borja Iglesias. Non compie altri grandi interventi, ma subisce due gol… assurdo.

Hugo Mallo 2: il capitano si è preparato per Halloween con una prestazione spaventosa… da qualche mese pascola in campo senza fare nulla!

Aidoo 5: male anche il ghanese stasera, distratto insieme ai suoi compagni di reparto. Non è possibile concedere quel gol nel finale, con Fekir tutto solo in area

Araujo 5: distratto e lo dice anche lui a fine partita che stanno facendo le belle statuine in difesa. Se non altro non si soffre troppo.

David Juncá 4: mettere lui e non Olaza come titolare equivale ad una bestemmia. Un difensore che non apporta nulla, né in attacco né in difesa.

Rafinha 3: lo si vede pochissimo e da uno che ha giocato con le maglie di Barcellona ed Inter ci si aspetta tanto. Non riesce ad entrare nei meccanismi della squadra

Fran Beltrán 5: gara mediocre da parte dell’ex Rayo che non sta sfruttando al meglio le chance concessegli

Lobotka 4: lo slovacco dorme ancora e la sua presenza è più un danno alla squadra  che un valore aggiunto

Denis Suarez 4: qualche conclusione sporadica, ma troppo poco. Invisibile, poco incisivo… molto molto deludente.

Santi Mina 4: fa appena un tiro nel primo tempo e viene tolto ad inizio secondo tempo. Mah…

Iago Aspas 5: segna il rigore e poi stop, non una grandissima partita di Aspas.

Brais Mendez 5: entra ad inizio secondo tempo al posto di Santi Mina, ma non è che faccia sfraceli in campo

Bermejo s.v: entra a quattro minuti dalla fine per Denis Suarez, ma non incide… e come avrebbe potuto

Toro Fernandez s.v: comprato, sbattuto in panchina e mai fatto giocare. Che senso ha in questa squadra?

All. Fran Escribá 3: primo tempo da dimenticare, ripresa più decente ma non eclatante. Alla fine una nuova sconfitta e lui è sempre lì. Quando arriva l’esonero?

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*