Fran Escriba: “Convinto che sarà una buona stagione. Esonero? Penso solo a battere la Real Sociedad” – RC Celta Vigo Italia

Fran Escriba: “Convinto che sarà una buona stagione. Esonero? Penso solo a battere la Real Sociedad”

Domani alle ore 12:00 il Celta Vigo torna a Balaidos con la voglia e con la speranza di regalare ai tifosi tre punti contro la Real Sociedad. La stagione non sta andando per nulla bene viste le grosse aspettative nutrite da società e tifoseria e nell’ultimo turno è arrivata anche una nuova sconfitta che ha fatto sprofondare il Celta al quartultimo posto.

Sconfitta che inizialmente faceva presagire ci potesse essere un cambio in panchina ed invece Fran Escribá è rimasto al suo posto. Inoltre, in settimana durante un evento contro la violenza sul proprio partner, il presidente Mouriño ha ribadito la sua fiducia nel tecnico valenciano che si è salvato in calcio d’angolo. Escribá, dunque, si è presentato in sala stampa per presentare il match di consueto, queste le sue dichiarazioni più importanti. Alla fine il video della conferenza stampa integrale.

Sui convocati: “Hugo sta bene, ha lavorato senza alcun problema quindi è logico che sarà tra i convocati. Non è il caso di Rafinha che ha avuto dei piccoli fastidi che si sono uniti alla gastroenterite che ha avuto in questi giorni, difficilmente sarà in condizione. Per domani, Rafinha è scartato,”

Su se ci saranno cambi in vista del turno infrasettimanale: “Probabile, come tutti uno ha le sue idee e quando qualcosa non migliora… veniamo da una buona partita giocata in casa e vogliamo infilare la seconda vittoria consecutiva e due buone partite. C’è stata un’altra sconfitta ed uno cerca di cambiare le cose”.

Sull’esonero: “Penso solo a battere la Real Sociedad, non ho preparato la partita pensando alle conseguenze. L’unica cosa che mi toglie il sogno è vincere contro la Real Sociedad, io sono un tipo positivo e penso che vinceremo, poi penserò al Betis. Se in futuro, durante il cammino o a fine stagione ci sarà, fa parte del nostro lavoro. Farei male il mio lavoro se pensassi che domani potrebbe essere la mia ultima partita. La gente mi mostra ancora il suo appoggio, quello che abbiamo fatto lo scorso anno è stato importante. Chiaro che c’è delusione per quanto sta accadendo, ma la gente continua a mostrarmi appoggio. Io voglio restare, sono convinto che sarà una buona stagione”.

Sulla Real Sociedad: “Domani affrontiamo una squadra che ha giocatori molto abili a partire dalla trequarti in alcune situazioni. che sanno portare palla, sono molto rapidi, dovremo essere intensi rispetto a quanto fatto con l’Alavés altrimenti soffriremo di nuovo. Senza intensità è difficile portare via punti su campi come quello. Rispetto allo scorso, la Real non è molto diversa, ha uua struttura solida, con giocatori che si conoscono molto bene e giocano bene insieme. Poi sul mercato hanno fatto innesti importanti e lo stiamo vedendo con le prestazioni di Ødegaard. Sono sempre in corsa per qualificarsi alle competizioni europee, hanno un grande potenziale ma ciò non deve spaventarci. Lo scorso anno li abbiamo affrontati e battuti”.

Sulla squadra: “Sappiamo che se diamo il massimo, ci mettiamo nelle condizioni di portare a casa la vittoria. Se guardiamo ai risultati, abbiamo reso meglio contro squadre che ci sono superiori come Valencia, Siviglia, Atletico, Athletic. La squadra ha reso bene, anche con il Madrid, abbiamo reso meglio contro avversari superiori che con altri che, sulla carta, sono più deboli”.

Sulla classifica: “In fatto di punti abbiamo forse meno di quelli che avremmo meritato, però questi punti ci permettono di non stare troppo in basso. Ottenere tre punti ad oggi ti permette di fare un grosso balzo in classifica di 6-7 posizioni perché la differenza ora è minima.”

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*