Le pagelle di Alavés-Celta 2-0: non si salva nessuno davanti, Aidoo unico sufficiente - RC Celta Vigo Italia

Le pagelle di Alavés-Celta 2-0: non si salva nessuno davanti, Aidoo unico sufficiente

Ruben Blanco 5: indeciso in alcune uscite, regala il corner da dove nasce l’1-0.

Hugo Mallo 5: esce sul finire del primo tempo, dove non aveva fatto di certo faville. Nuovo infortunio per il capitano che era rientrato da poco.

Aidoo 6: l’unico che si salva nella mediocrità generale, bisogna sperare che il ghanese non si faccia mai male.

Jorge Saenz 5,5: non gioca molto e lo si nota sul campo. Sbaglia alcuni passaggi abbastanza elementari ed appara insicuro.

David Juncá 5: che sia ancora al Celta è un vero e proprio mistero, che giochi titolare uguale. Si prende un cartellino giallo che condiziona la sua prestazione (o forse no)

Rafinha 5,5: qualche lampo in avanti con le sue accelerate, ma va troppo ad intermittenza. La sensazione è che il modulo lo limiti molto.

Okay 4: va bene, c’è fallo su di lui prima del corner, ma difende malissimo facendosi sovrastare da Magallan. Neanche la prestazione è questo granché, forse dovrebbe pensare a giocare, non ad appoggiare un genocidio di massa.

Lobotka 4: l’apice negativo della partita dello slovacco è un pallone alzato in modo inutile per Hugo Mallo. Nel secondo tempo scompare dal campo e lo si rivede solo quando perde palla per il 2-0 basco.

Denis Suarez 5,5: è il più pericoloso, ma le sue conclusioni mancano lo specchio della porta. Non gioca, però, una grandissima partita, sbagliando più volte le scelte durante il possesso palla.

Iago Aspas 5: più a terra che è in piedi, Iago si fa vedere solo per l’assist sul gol annullato a Santi Mina e su punizione. Per il resto è molto opaco.

Santi Mina 5: tenta di lottare, ma lo fa da solo e quando lotti contro l’oceano anneghi. Con il passare dei minuti cala anche lui e scompare dai radar.

David Costas 5: entra per Hugo Mallo e non fa una grande figura. Tante insicurezze per il canterano che deve crescere molto.

Brais Mendez 4: entra all’ora di gioco per Okay, ma non lo si vede praticamente mai.

Sisto 3: riesce nella clamorosa impresa di giocare dieci minuti e di essere il peggiore in campo con una prestazione disastrosa. Da censura!

All. Fran Escribá 3: squadra senza mordente, senza attributi, senza gioco. Peggiora solo la gara con i cambi e ottiene una nuova sconfitta che potrebbe costargli l’esonero. A Vigo non attendono altro.

 

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*