Cardoso: “Domani gara proibitiva per chiunque, ma vogliamo chiudere bene. Lavoro per portare mentalità vincente” – RC Celta Vigo Italia

Cardoso: “Domani gara proibitiva per chiunque, ma vogliamo chiudere bene. Lavoro per portare mentalità vincente”

Ultima conferenza stampa pre-partita del 2018 per il Celta Vigo di Cardoso che domani chiuderanno l’anno al Camp Nou contro la capolista Barcellona. I blaugrana sembravano in difficoltà ad inizio stagione ed hanno anche perso in casa loro contro il Betis, ma nelle ultime uscite sono tornati ad essere padroni ed hanno demolito gli avversari a suon di gol. L’uomo più pericoloso, manco a dirlo, è Messi con l’argentino in grandissima forma.

Prima di iniziare la conferenza, il tecnico portoghese ha voluto ribadire la vicinanza del club alle famiglie delle persone coinvolte negli ultimi incidenti nei mari galiziani. Inoltre, ha approfittato anche per fare gli auguri di buon Natale e felice anno nuovo, con la speranza che tutti possano avere un grande 2019.

Per quanto riguarda la partita di domani, Cardoso ha rivelato come per lui è difficile scegliere i convocati in quanto ritiene tutti i giocatori in rosa importanti. Per il mister ci sono solo delle differenze di minutaggio tra i “titolari” e quelli che sono in panchina, ma è sempre stato chiaro sul fatto che con lui nessuno ha il posto, neanche gente del calibro come Maxi Gomez Iago Aspas: “Il gruppo è forte e ben consolidato, che si allena bene. Quindi può capitare che magari chi non era tra i convocati ci sia la prossima settimana. Io credo nella forza di un gruppo che lavora bene ogni settimana, ogni giorno e voglio far capire che chiunque può giocare in qualsiasi momento”.

Sulla sfida con il Barcellona, Cardoso ha detto di non guardare alla partita vinta dal Betis perché gli andalusi hanno le loro armi ed il Celta ne ha altre. Conscio delle difficoltà della partita di domani, il tecnico portoghese ci tiene a vedere una squadra con la voglia di lottare per chiudere bene l’anno, al di là di quello che sarà poi il risultato del campo: La partita di domani è difficile per chiunque vada al Camp Nou, non solo per il Celta. L’importante è avere la convinzione di essere competitivi, di cercare sempre le cose migliori. Bisognerà essere al nostro massimo livello se vogliamo avere delle possibilità. Non dobbiamo guardare alla partita del Betis, ma essere fedeli al nostro sistema di gioco domani, alla prossima partita e all’altra ancora”.

Per Cardoso, la partita di domani è molto importante soprattutto per vedere quanto hanno appreso i suoi ragazzi in queste settimane passate con lui in allenamento: “Domani è un punto di passaggio, sicuramente. Senza togliere nulla al nostro modo di giocare, bisogna andare lì ed essere coscienti che ci sono delle cose molte importanti da fare. C’è bisogno di avere tre-quattro idee per la testa quando affronti squadre come il Barcellona. Io lavoro per fare in modo che un giorno la squadra abbia la mentalità di poter vincere ogni partita. I miei giocatori devono avere la mentalità di poter lottare contro le migliori squadre del mondo. Dobbiamo dimostrare di essere all’altezza“.

Inevitabilmente, Cardoso ha parlato anche di Leo Messi che ha da poco vinto la quinta Scarpa d’Oro ed è in un periodo di forma stupefacente. Il portoghese, però, vuole che la squadra non pensi solo all’argentino e pensi alla partita nel suo insieme: “Per me Messi è uno dei migliori giocatori al mondo, ha una personalità incredibile. Non c’è nient’altro da aggiungere che non sia stato detto finora. Bisogna capire però che il Barcellona, oltre a Messi, ha tante altre cose su cui bisogna fare attenzione. Dobbiamo cercare di essere noi stessi il più possibile durante la partita“.

Sul mercato, invece, il tecnico ha glissato non dicendo nulla su possibili arrivi o partenza e spera di poter arrivare più presto possibile al 31 gennaio, quando si chiuderà la sessione invernale, con gli stessi giocatori: “Sapevo me lo avreste chiesto, visto che siamo vicini, ma è normale. Tutti sono importanti, ma in alcune posizioni abbiamo gente che non possiamo perdere perché difficili da sostituire. L’intenzione è che la squadra resti la stessa per continuare a lavorare su questo gruppo”.  Cardoso non ha voluto rispondere su se si aspetta l’arrivo di altri giocatori, affermando come la priorità è tutto rivolta alla partita di domani.

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*